giovedì 16 marzo 2017

GRAZIE

Quale migliore occasione per riaprire dopo tantissimo tempo, anche solo per oggi, questo mio piccolo spazio.
Dopo un anno e 12 selezioni mensili si è concluso il primo Portrait Photo Awards, contest fotografico internazionale. Voglio ringraziare tutti coloro hanno reso possibile questa bellissima esperienza che mi ha visto sgomitare da semplice fotoamatore tra ritrattisti di tutto il Mondo, conquistando il terzo gradino del podio.
Iniziò per scherzo un anno fa, ma volevo fare le cose fatte bene, e l’esperienza davanti all’obiettivo di Chiara, insieme ai suoi capelli rossi, ne furono una garanzia. Seguirono gli apprezzamenti al fisico statuario di Charles bagnato da mille goccioline d’acqua, Giada, la sua frangetta e la mela rossa tra le mani, la bellissima Martina con le sue lentiggini tra i fiori di rubino, l’innocenza e la naturalezza della piccola Ottavia (un grazie alla sua mamma Sara), il concept con le luci colorate su Federica, la timidezza di Sara ed i suoi capelli verdi, Alice e la sua dolcezza, le sue mille lentiggini, i suoi occhi ed i suoi capelli rossi in due scatti fiabeschi, Giada e il suo coraggio e la sua volontà nel mettersi in gioco (un ringraziamento anche al suo papà Massimo per la fiducia), Norma, che mi ha sempre dato disponibilità ed ha sperimentato con me il vestito di cellophane creato in studio, Greta, massimo esponente del nuoto femminile vigevanese nella esemplare rivisitazione di un elegante rapace notturno, Erika che mi ha onorato di una grande ed immediata fiducia facendosi ritrarre in uno scatto dolcissimo, Ottavia la bellissima Venere bionda venuta addirittura da Torino a farsi fotografare ed alla quale va un abbraccio molto speciale, Elisabetta e la sua bellezza celtica d’altri tempi ed ultima in questo elenco ma prima in assoluto la mia Linda, protagonista di ben 9 awards per altrettanti scatti, alcuni spontanei altri pensati, voluti e costruiti insieme, che non sarei riuscito a realizzare con nessun’altra.
Fotografare persone è una grande emozione, e la mia sono soprattutto tutti loro.
GRAZIE
Non vi rompo più adesso.
Forse.



venerdì 1 gennaio 2016

Buon anno, un anno.

E poi ci siamo noi, sicuramente assortiti in maniera insolita, fuori dal comune, certamente spesso chiacchierati, indicati, forse derisi, ma da un anno a questa parte mano nella mano.
Moi, toi, nous. A Paris.
Avec amour.
J'adore.


lunedì 7 settembre 2015

La più bella del mondo

Da almeno 15 anni non entravo in una discoteca, e non potevo che tornare a farlo alla grande, alla Baia Imperiale, uno dei club più famosi d'Italia!
Dopo avere assistito in prima serata alla finale nazionale de "La più bella del mondo", concorso di bellezza che ha visto sfilare quaranta splendide ragazze sulla maestosa scalinata di Gabicce Mare, son tornato indietro nel tempo e tra luci stroboscopie e musica a palla, con lo stesso cocktail (abbondante) che 15 anni fa mi faceva sollevare il piede dal freno, son tornato a fare due salti devo ammettere onorando il mio grande passato da universitario capopista nei vari locali lomellini (hahaha!).

Rompere le righe una volta ogni tanto non può che fare bene allo spirito, soprattutto se, che ci crediate o no, la più bella del mondo torna a casa con te. (faccina con occhiolino)

Ehm... è lunedì, ora si torna composti.
Buona settimana a tutti.


mercoledì 12 agosto 2015

Eurotour TRE

Da un po' non scrivo nulla su questo mio piccolo spazio, ma ci ho preso gusto nel viaggiare "ad minchiam" e per scrivere qualcosa di interessante bisogna essere documentati altrimenti si rischia di essere banali, cosa che, pur impegnandomi per evitarla, talvolta mi rendo conto comunque di essere.
Si è concluso ieri il mio terzo EuroTour che quest'anno mi ha visto toccare 6 città in 4 diversi paesi europei.
  • La bella Monaco di Baviera, dove ormai in centro si respira il clima dell'Oktoberfest tutto l'anno;
  • Lipsia, una città che affianca complessi moderni e vie del centro interamente dedicate allo shopping ai grandi spazi dell'architettura socialista della ex DDR;
  • Varsavia, capitale della Polonia, un tempo luogo dove avvenne la sottoscrizione del "patto"  tra i paesi del Blocco Sovietico, ora grande città perfettamente allineata alle altre grandi europee col suo distretto finanziario di grattacieli e il centro storico in riva al fiume Vistola;
  • Cracovia, sorprendente centro culturale, universitario ed artistico;
  • Brno, cittadina della Repubblica Ceca che ha ben altro da mostrare oltre al gran premio di motociclismo;
  • Ed infine Salisburbo, perla del versante nord alpino.

A qualcuno è mancato il blog giorno per giorno... ringrazio comunque chi ha quotidianamente apprezzato le mie immagini e prometto che mi impegnerò di più nelle prossime avventure, questa volta è stata una vera galoppata fotografica conclusa in realtà prima del previsto. Solo poco più di una settimana di viaggio quest'anno... perché per viaggiare, soprattutto in solitaria, si deve essere dello spirito giusto.
Talvolta infatti è bene partire, ma qualche altra può essere anche opportuno far ritorno.



Un grande abbraccio a tutti.

lunedì 9 febbraio 2015

Tornata

Con un paio di vasche autostradali da 350km l'una fino al porto di Livorno si è conclusa venerdì l'avventura in Oman dello scorso Natale e Capodanno.
Rivedere i compagni di viaggio è sempre un piacere, motivo di gioco, scherzi, allegria, e la riapertura del container chiuso un mese prima dall'altra parte del mondo da sempre una certa dose di emozione.
La motoretta sembra essere più o meno nelle condizioni in cui l'avevo lasciata, certo una spedizione del genere non può non lasciare segni, ma fanno parte del gioco. Ora necessita di una doverosa pulita e di una tappa in officina a leccarsi le piccole ferite per essere pronta a nuove scorribande.
E' bello averla di nuovo a casa.


mercoledì 7 gennaio 2015

Fin che c'è strada...

Questa mattina riprendono inesorabilmente le solite cose: salire sull'automobile gelata alla mattina, la colazione col cappuccio e la brioche, e la ripresa dei ritmi di lavoro.
Finiscono quindi queste vacanze e si conclude nel migliore dei modi l'Oman Moto Raid 2015: 2800 chilometri percorsi in questo paese arabo che lasciando ad altri le assurde politiche integraliste si rivela inaspettatamente sicuro ed ospitale.
Quasi 800 chilometri di fuoristrada, divertentissimo, appagante ma anche duro ed estenuante, tra le piste di montagna e le lunghe attraversate nella sabbia del deserto sono state una grande esperienza di guida motociclistica che allego al mio bagaglio di quanto già vissuto.
9 moto e 14 amici a zonzo, accompagnati da quattro ragazzi omaniti simpaticissimi nelle loro usanze e con le loro tuniche bianche, che condivideranno per sempre un pezzettino di vita, un viaggio come tanti e allo stesso tempo diverso dagli altri che una volta terminato mi fa capire che finché c'è strada si può viaggiare, e che lo si può fare anche quando la strada non c'è...

Buon anno e buon lavoro a tutti.


domenica 4 gennaio 2015

Ready to ship

Breve interruzione del relax in spiaggia questa mattina. Abbiamo caricato le moto nel container che via mare le riporterà a casa. Le recupereremo a Livorno fra qualche settimana.
Inutile nascondere che vederle tutte legate ed ammassate in quel grosso scatolone di ferro fa sempre un certo effetto...

È quasi ora di salutare l'Oman e tornare alla vita di tutti i giorni.